martedì 28 agosto 2012

L'omino del grembiulino


Mie care... l'estate sta decisamente terminando e io mi sto pian piano resettando in vista del mio ritorno alla normalità.
"Normalità" si fa per dire ovviamente.
Dovete sapere che per me, finite le vacanze, è finito pure l'anno: appena metto piede nel mio territorio, io sono già nel 2013.
Mi farà piacere, tanto piacere riscoprire la mia vita di tutti i giorni.
Quella vera.
Quella di adesso per quanto piacevole possa essere, non è la mia vita. La definirei una sorta di "limbo" o di dimensione parallela :-)
L'unica cosa che mi da veramente fastidio è che presto arriverà inesorabilmente l'inverno che io odio.
Perchè da noi non c'è il mare a rendere il clima più mite. Da noi quando fa freddo fa freddo sul serio.
Per il resto ho un sacco di cose in mente che mi piacerebbe riuscire a realizzare. Tenendo però conto  che sono una gemelli e che inizio 5000 cose insieme per poi chiedermi perchè cavolo le sto facendo. Ma questi sono solo dettagli.
Sto facendo delle riflessioni perchè sono rimasta male per un'affermazione che ho sentito ieri sera. Un'affermazione stupida all'apparenza... ma non per me che anche se fuori sono dura, dentro non sono così carterpillar: le ho anch'io le mie debolezze.
Che poi è anche un po' colpa mia  perchè chi sono davvero lo tengo per me, visto che in passato quando ho provato ad aprirmi non sono mai stata capita.
Che sia ben chiaro, amiche mie, ciò che mostro sono io, senza ombre di dubbi. Non ho mai finto. Ma io sono anche molto di più.
Scemo chi non capisce o scema io che lo tengo per me? A voi l'ardua sentenza.
Ma ora basta che mi sono già fatta troppe paranoie, perciò cambio discorso!

Ieri mattina ho vinto la mia pigrizia e, senza passare neanche davanti al Bingo Bongo, sono partita per la missione "magarièmegliocomprareigrembiuliprimacheinizilascuola".
Ogni anno è la stessa solfa e ogni anno vado nello stesso posto (forse per una sorta di autopunizione che mi devo infliggere per espiare i miei peccati?)
Di certo preferirei recitare 126 rosari che vedere e avere a che fare con l'ameba ovvero il proprietario del suddetto negozio.
Il negozio in questione ha un ampio fornimento di grembiuli a prezzi contenuti. La differenza però si paga in termini di esaurimento nervoso.
È un buco strapieno di robe accatastate qua e là senza un minimo di senso logico, l'arredamento non lo definirei "antico" semmai "rigattierano" e dentro c'è tanta di quella umidità che si esce con i reumatismi.
E poi c'è lui.

Odioso.
Un omino magro magro e pallido pallido. Abbigliato alla meglio con ai piedi delle ciabatte da cui facevano capolino degli orrendi calzini bianchi.
E no eh?
Tutto ma i calzini no!!!
Quando in generale vado a fare acquisti, ho sempre le idee chiare e metto in condizione il personale dei negozi di fare il loro mestiere senza troppi intoppi.
Ma c'è un "ma"
Non mi piace che mi si dica cosa devo comprare e che taglie devo scegliere.
 
No!
Tu fai il tuo lavoro.
Io non sono tua sorella e non sono una tua amica e, cosa più importante, non mi piaci.
È una cosa a pelle.
Quando apri bocca è pure peggio.
 
"Dicevo" doveva essere una cosa semplice.
Ditemi voi cosa c'è di difficile nella mia richiesta:
"2 grembiuli azzurri, 2 grembiuli a quadretti rosa e 3 bianchi con la chiusura davanti e senza patacche esagerate"
Mi sembra di essere stata chiara e lineare.
Beh, questo è quello che ne è scaturito: (nero io e blu lui- deformazione: sono interista. Il Grande rosso)
- Bianchi no, quelli sono da maschio
- !?!? ('zzo di scuola è quella che fa mettere i grembiuli bianchi ai maschi? Un corso di baby panettieri?)
- Quelli da femmine arrivano domani o dopodomani
- Vabbè per quelli tornerò venerdì, ora pensiamo agli altri
- Ma arrivano domani o dopodomani
- E ho capito, ma io vengo venerdì!
- Pensiamo al Grande! Ciao bel bambino! Sei contento di tornare a scuola?
- No.
(Ma che domande del xxxxx, avesse risposto di sì mi sarei affrettata a misurargli la febbre)
- Em, va bene..... Quanti anni ha?
- Praticamente 8
- Uei! Devi fare la terza!!!!
(Che genio d'uomo Clap Clap Clap)
- Quindi 'sti grembiuli?
Ne tira fuori un po'. Il primo lo aggiudichiamo subito. Liscio e senza patacche.
Per il secondo insisteva per vendermelo di una taglia in più.
- Lo voglio della stessa taglia
- Ma secondo me così lo potrà sfruttare pure l'anno prossimo.
- Stessa taglia
- Ma capisce cosa intendo?
(Mi stai dando della cretina?)
- Certamente. Lo voglio della stessa taglia e se l'anno prossimo non gli starà più vorrà dire che ne comprerò un altro!
Con noi c'era anche mia suocera e mentre lei approvava le scelte fatte, io mi facevo i film sui metodi più crudi e violenti per farlo fuori.
E secondo me se li faceva anche lei soprattutto per quello che ne è seguito dopo.
- Passiamo alla Piccina. 3 anni e chiusura frontale.
- C'è questo che si allaccia da dietro.
-  Non va bene. Voglio che si allacci sul davanti. Quello appeso lì ci piace.
- È l'ultimo ma deve essere della taglia giusta.
Lo proviamo alla Picolina mentre gli altri 2 pargoli iniziano a dare chiari segni di insofferenza. Che poi l'insofferenza è come lo sbadiglio: è contagiosa.
- Mi sembra un po' grande.
- E' la taglia più piccola che ho.
- E' uguale a quello che avevo preso l'anno scorso alla Mezzana che si è rovinato
- Ma come mai? Questi grembiuli sono di ottima qualità
- Non ne ho dubbi.
- Cosa è successo?
(Ma porc. di quella xxxxxxx)
- Non lo so, avrà usato la pittura ed è rimaso macchiato. Comunque mi piace e lo compro. Me ne fa vedere un altro modello? Stessa taglia.
- Se mi permette, forse, secondo il mio parere eh... magari le converrebbe prenderlo di una taglia più grande. Sa, per l'anno prossimo.
(mmmgmgmmumblemumblrGRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR)
- All'anno prossimo ci penseremo. Ora ne voglio uno della STESSA taglia.
Finalmente lo scegliamo. Lui prende i grembiuli designati, li appoggia sul bancone e, come se niente fosse inizia a servire un'altra cliente.
Io e mia suocera ci guardiamo esterreffatte...
- Ma dove cavolo siamo capitate? Cos'è uno scherzo?
Intanto i miei tre c..... em, cuori di mamma erano in preda al nervosismo più totale.
- Magari se ci facesse il conto potremmo anche andarcene eh?
- Vengo subito.
Si avvicina, ci imbusta per bene i grembiuli, tira fuori un foglio bianco e una penna.
- !?!
Comincia a scrivere la cifra di ogni grembiulino, ci mette un X sopra e ci scrive accanto il prezzo scontato dicendo:
- Questo costa così... e invece io ve lo metto a...
Poi mette tutto in colonna, traccia una riga e si mette a contare.
!?!
Una calcolatrice no eh?
Ma soprattutto: dov'è il registratore di cassa?!?
Ma cos'è questo qui? Un gioppino???
Siamo usciti distrutti da quel cavolo di posto e ci siamo precipitati al Bingo Bongo ma, come si dice?
Siamo finiti dalla padella alla brace!!!
Come sempre del resto.
 
A presto mie adorate!!!
 
Tutte le immagini di questo post sono state prese da internet
 

12 commenti:

  1. No...non ce la faccio più...sto ridendo troppo...mi hai fatta scompisciare....hahahahahahhaahahaha ma come fai a tornare sempre dall'essere immondo? ma perchè sei così masochista? Non ci sono altri negozi? Quello è davvero matto, lasciatelo dire...E' incredibilmente matto!
    Vabbè...però adesso io vorrei anche il resoconto della tua seconda visita da lui venerdì! Tipregotipregotipregooooooooooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che un po' masochista lo sono sempre stata. Che ci vuoi fare? :-D.
      Venerdì penso che mi innietterò del tranquillante direttamente in vena, altrimenti lo uccido!!!

      Elimina
  2. Ooooooooooh miooooooooooooo diooooooooooooo.......
    Ma fagli fare una visitina dalla finanza a questo tizio! Così magari chiude e tu non devi soffrire più ogni anno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho il sospetto che lì la finanza non ci andrà mai :-)

      Elimina
  3. Io ti devo fare una proposta: venerdi entra con telecamera nascosta, alla "scherzi a parte". Sai che risate ci faremmo!!! Ovviamente il video dovrebbe essere rigorosamente commentato da te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-D!!!
      Ti giuro che lo farei!!!!

      Elimina
  4. Il comprare dei grembiulini alla fine è diventata come un' odissea =))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già già. Ma a me non piacciono le cose semplici. Sono geneticamente predisposta a complicarmi la vita :-))))))

      Elimina
  5. Dì la verità, tu vuoi scrivere un libro con quel pazzo come protagonista!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello è un porta rogne! Altrochè!

      Elimina
  6. Cosa dire?
    Da quest'anno...niente grembiuli! Il piccolo passa la soglia delle medie! Evviva!
    Dìla verità, che mi invidi un po'? ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmmmmm...... Non so se invidiarti: sento odore di adolescenti :-D

      Elimina

Donne! (È arrivato l'arrotino :-)) Sparate pure quello che vi passa per la testa!!!