martedì 23 luglio 2013

Ordinaria amministrazione


Ciao eh?
Ci sono, ci sono...
Questo è un periodo pensieroso e ricco di paranoie che normalmente non esterno, però ci sono (le paranoie, intendo).
Cooomunque, domenica me ne stavo nei pressi della sdraio a guardare l'orizzonte alla ricerca della tartaruga gigante che ho comprato ai miei figli; perché erano gli unici a non avere bestie galleggianti e quindi ho "sboronato" alla grande incurante dell'avvertimento del Bagnino Grande che, quando mi sono presentata con l'animale incelofanato pronto per essere gonfiato, mi ha detto:


"Secondo me non è stata una buona idea, 
tu non vivrai più" 

...e in effetti aveva ragione, da quando l'ho acquistata, i litigi tra i miei figli con il coinvolgimento di altri bambini, sono notevolmente aumentati. 
In più, ogni tanto, tentano di prendere il largo e lì sclero come una dannata.
Ho divagato? Un tantino.
Stavo "dicendo"?
Ah sì, stavo scrutando l'orizzonte quando, con la coda dell'occhio, ho notato una roba sulla tettoia del bar: era il Bagnino Giovane che gesticolava come un pazzo per scacciare... che?



...Dopo pochi secondi ho visto partire un gabbiano con un'apertura alare di 3 m.
Eh. Non c'è che dire, il tipo deve avere una passione per i volatili!
Poi mi è stato detto che il Bagnino Grande ha una fobia per i gabbiani e che ha mandato in avanscoperta il malcapitato dicendogli di fare il verso del gabbiano arrabbiato con tanto di esempio sonoro.



Evvabbeh siamo al Bingo Bongo: ordinaria amministrazione.

Poco dopo mi è stato riferito un episodiuccio capitato all'ora di pranzo al bar. 
Sembra infatti che sia saltata la corrente e che, i nostri impavidi membri dello staff, abbiano iniziato a sfornare toast in padella. 
La cosa ha molto irritato la mia vicina di ombrellone che ha sbroccato e ha dato esempio del suo ricco repertorio di insulti e parolacce.



E non lo ha fatto in maniera discreta. No No No.
Le ragazze erano nere.
Durante tutta 'sta caciara, sembra che il proprietario della baracca barifera, sia rimasto dietro nel cucinotto senza proferire parola alcuna.


Mmmmmh vabbeh. Siamo al Bingo Bongo: Ordinaria amministrazione.

Che ne penso io? 
Che la signora abbia sbagliato nei modi, però nessuno l'aveva avvertita che la corrente era saltata. 
Quindi hanno torto tutti.
In compenso sembra che i gettoni delle docce, piano piano, stiano sparendo... gettando nel panico gli addetti che sono sempre quelli del bar. Gli stessi chiedono senza pudore alla gente, di avere cura dei pochi esemplari rimasti.
Il sospetto è che, tra i clienti, vi si nascondano ladri di gettoni.
A tale proposito, al Bingo Bongo, vi è una famiglia degna di nota: lui, lei e due bambini.
Ogni volta che vanno a fare la doccia sfilano indossando accappatoi bianchi tutti identici tra di loro e hanno sempre da lamentarsi con l'intera famiglia Bingobonghiana... 
Soprattutto lui. 
Lo ha fatto anche con me:

"Eh sai, io questi qui li conosco bene e bla bla bla"

Eccovi una sua foto:



Oggi, 'sto tizio, è venuto al bar perché, a suo dire, la doccia gli aveva mangiato un gettone. 
Così il nipote del Bagnino, che per l'occasione era in pigiama, è partito per sbloccare la situazione con lo stesso entusiasmo di un bradipo imbalsamato. 
Compiuta l'azione di sbloccaggio è rientrato in postazione. 
Dopo pochi minuti, mentre saldavo il conto di un'intera giornata di sbafi, ecco tornare lo scassa marroni con un gettone in mano pretendendo il rimborso. 
Nulla di male se non fosse che poco prima, Super Mario Bross, ne aveva fatto cadere un esemplare sotto la tavola di legno che copre il piatto della doccia, dimenticandosi di raccoglierlo. 
Beh, siccome non è che qui accusino solo perché gli stai sulle balle però, se gli stai sulle balle, tendono a cercare il pelo nell'uovo... in questo caso la presenza del gettone caduto. 
Da qui è partito il protocollo di verifica che consiste nel:
  1. Recarsi nella doccia incriminata
  2. Provvedere al sollevamento della tavola di legno
  3. Osservare attentamente il contenuto delle schifezze presenti
  4. Verificare la presenza o meno dell'oggetto 
  5. Prendere atto del fatto che del Gettone caduto non vi è traccia
  6. Trarre le conclusioni

Conclusioni:

Trovato il ladro di gettoni...
...Arsenio Pirlin!


Suvvia che sarà mai!!! Siamo al Bingo Bongo: ordinaria amministrazione.

4 commenti:

  1. Un ladro di gettoni di docce mi mancava!!! :-))))

    RispondiElimina
  2. Nooooo, la tartaruga gigante nooooooo! Un abbraccio Eu e buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Farò una foto e la posterò su fb!!!

      Elimina

Donne! (È arrivato l'arrotino :-)) Sparate pure quello che vi passa per la testa!!!