lunedì 30 settembre 2013

Occhio!!!


Ragazze mie, se non mi do una regolata e non comincio ad organizzarmi per bene, è normale che sia in una confusione tale da fare le cose a casaccio.
A casaccio per metà. 
L'altra metà me la dimentico.
La cosa che mi tira un po' su di morale è che sembra che il morbo dell'esaurimento si sia impadronito di metà quartiere. 
Cioè, non sono solo io in preda a strane crisi di "ohmammamiacosahodimenticatodifareoggi"... per fortuna (mia) sembra che sia una cosa piuttosto diffusa.
Che poi mi parlano e mi rendo conto che non ascolto (anche se vorrei ascoltare), o mi perdo nei meandri della mente nel vuoto più totale. 
Quando mi chiedono: "A che pensi?" 
Ed io rispondo: "A nulla" 
E' vero!!! 
Li chiamo black out. 
Il vuoto più assoluto.
Poi sono parecchio nervosa, non ho pazienza e do fuori di matto.
Quando me lo fanno notare è pure peggio.
Do la colpa a settembre che è un mese un po' così. 
Un po' di transizione. 
Ma oggi è l'ultimo giorno, quindi domani avrò tutto sotto controllo!!! (Seeeeeeee!!!)
Meno male che ho le mie amiche che con discorsi, a volte al limite della decenza, mi tirano su di morale. 
Oggi si parlava della sottile differenza che passa tra un trombista e un trombettista
Beh, detta così!
Aspettate che mi spiego meglio:
Uno dei Consorti del nostro gruppetto, suona lo strumento in questione e, Peter Pan, in un impeto di meraviglia, ha sparato la sua: 
"Ah dunque è un trombista!!!" 
Voi non potete immaginare quale sia stata la mia reazione, ma sappiate che il caffè, se non fossi stata otturata dal raffreddore, mi sarebbe uscito dal naso e non dagli occhi.
In più sono andata indietro con la sedia rischiando un rovesciamento degno dei migliori filmati di Paperissima. 
Che poi quando ci si addentra in certi discorsi, è un continuo peggiorare... proprio non so come si sia finite a parlare di depilazione maschile, ma credo che i nostri mariti, stamattina, avessero un concerto di fiati nelle orecchie.
Poi ho salutato tutte e mi sono diretta, per ovvie ragioni, verso il bar di Mario dove ho trovato lui e Consorte in preda al mal di testa del lunedì mattina.
Ovviamente non ho avuto pietà della cosa e ho chiacchierato un po'.
Mentre sorseggiavo il caffè, mi sono girata e ho notato che, sedute al tavolino, c'era un gruppo di donne over 60 che conosco e le ho salutate.
Una di loro per tutta risposta mi ha sorriso, poi ha aperto la bocca, ha tirato fuori la lingua con sopra un bulbo oculare,... ma te guarda... 
Ho ripreso a sorseggiare il mio caffè e...
....ho realizzato....
UNA HA LA BOCCA APERTA CON UN OCCHIO SULLA LINGUAAAAA???????????
No, no, no... non ci siamo mica.
Decisamente il quartiere deve essere oggetto di qualche esperimento di ipnosi di massa. 
Oppure certe cose mica si spiegano.

Buona settimana a tutte!!!!!!!!!!

9 commenti:

  1. Oh mamma, sembra pure grave come epidemia! ;-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh altrimenti che epidemia sarebbe? ;-)

      Elimina
  2. un bulbo oculare sulla lingua!!?!?!?!?!??!?!?????
    me la spieghi per avore? non ho ben capito!!
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era una caramella gommosa con le fattezze di un bulbo oculare :-)

      Elimina
    2. aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaah adesso capisco!
      è che io ho dei problemi con gli occhi in generale...non riesco a guardare troppo a lungo un occhio umano senza lacrimare...immaginarmi sta tipa che ne teneva uno in bocca...sai com'è...m'è venuto male!! :-)

      Elimina
  3. Ma cosa si inventa la gente?? Pauuuura a vedere quella caramella!!!
    P.S. ho un nuovo blog... :D in concomitanza con una nuova novità..!
    http://creaturina.blogspot.it/

    RispondiElimina
  4. ahahah be dai!si stanno preparando per Hallowen!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aaaaaaah ecco! Non ci avevo mica pensato!!!! :-)

      Elimina

Donne! (È arrivato l'arrotino :-)) Sparate pure quello che vi passa per la testa!!!