giovedì 19 dicembre 2013

La realtà non è questa

Quest'anno non "sento" il Natale.
Le luci nelle strade non mi fanno provare nulla, l'albero ed il presepe li ho fatti per i bambini, fosse stato per me avrei lasciato perdere.
Vivo in una realtà distorta. Protetta. Da chi? Forse solo da me stessa.
Mi sono creata un mondo tutto mio fatto di amiche, sorrisi e "leggerezze". Il mondo di quartiere. 
La realtà è ben diversa. La realtà è un'Italia che sta andando allo sfascio, di gente che non arriva a fine mese, di gente che perde il lavoro, di gente che non ha il lavoro. E tasse, tasse, sempre tasse. Gli cambiano il nome ma sono sempre le stesse. Sono batoste. 
E più non si hanno i soldi e più non si può spendere... con il risultato che l'economia va a xxxxxxx.
E' tutto collegato.
I nostri politici sono incapaci?
Io non li chiamerei nemmeno "politici"
Stanno sempre a litigare. 

Natale... io non lo sento il Natale. 

11 commenti:

  1. Il senso del Natale Eu è "la rivelazione" di Gesù.
    Noi gli abbiamo dato tanti sensi che propriamente non ha.
    Natale è pensare che l'uomo si salva se segue Gesù.
    Per noi è un giorno, per tanti la vita intera.
    Vivilo nel modo più semplice: un momento per riflettere sulla tua anima.
    Il mondo non migliorerà, ma, sai, tante gocce fanno il mare e se tutti ritrovassimo il senso profondo della nostra esistenza, forse anche i problemi pratici si affronterebbero con più forza e speranza.
    Il mio sarà un Natale di preghiera per chi è in difficoltà.

    P.S. scusa la "lezione di catechismo"... :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una bella lezione invece... che mette allo scoperto una mia grandissima carenza. Perché anche se porto mio figlio a Catechismo e a Messa tutte le domeniche... ho perso il senso di tutto

      Elimina
  2. A casa mia non ho fatto né albero né presepe (e dire che ce l'ho già pronto, fatto da mio zio napoletano) per mancanza di tempo e voglia, e meno male che mio figlio è d'accordo. Ai regali ci sto pensando poco e niente.
    Degno finale per un anno di cacca!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sai... non so cosa mi sia preso... sono diventata più cinica... Forse...

      Elimina
  3. Cara Eu, come mi dispiace sentirti così delusa. Ti capisco, non sai come, però preferisco non perdere l'ottimismo e, soprattutto, il senso ultimo della mia esistenza: provare a fare felici li altri con un sorriso, una parola, un gesto... Non è giusto rimproverare Dio per tutte le ingiustizie che vediamo ogni giorno attorno a noi e dirle come mai non fa niente per evitarle. Lui ha fatto te e me e tanti altri per costriure un mondo migliore, noi siamo il suo miracolo. Malgrado il tuo stato d'animo, ti auguro un serenissimo Natale con tutti i tuoi cari. Un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara... le tue parole mi sono state di conforto, sai?
      Però non incolpo Dio... io incolpo gli uomini.
      Un bacione grande!!!

      Elimina
  4. Come è andata ? Sabri

    RispondiElimina

Donne! (È arrivato l'arrotino :-)) Sparate pure quello che vi passa per la testa!!!